Come abilitare e usare Flatpak su Fedora

Avatar utente

Topic Author
openresource
Administrator
Administrator
Connesso: No
User theme: Light
Messaggi: 309
Iscritto il: mar gen 28, 2020 9:52 pm
Località: varese

Come abilitare e usare Flatpak su Fedora

Messaggio da openresource »

Immagine

Con le versioni di Fedora 32 e Ubuntu 20.04, gli utenti Linux hanno visto un cambiamento nella formattazione dei pacchetti, sia per il loro diletto che per il loro disappunto. I formati di pacchetti universali come Snap e Flatpak stanno iniziando a guadagnare popolarità e, secondo me, per una buona ragione. È un modo facile e semplice per accedere a una vasta gamma di software, sia gratuiti che proprietari, ed è più facile da impacchettare per gli sviluppatori.

Tuttavia, può essere fonte di confusione iniziare sul tuo sistema Linux, specialmente per i nuovi utenti. Qui imparerai come usare Flatpak su Fedora, anche se le istruzioni dovrebbero funzionare per qualsiasi sistema su cui sia installato Flatpak. 

Installazione di Flatpak su Fedora
Per iniziare, assicurati che Flatpak sia installato. Per fare ciò, vai alla pagina di installazione di Flatpak e seleziona la distro che desideri utilizzare per installare Flatpak. Per questo tutorial, farò clic su Fedora, ma puoi vedere che c'è un enorme volume di distro tra cui scegliere. 
Immagine

Da qui, ti verrà richiesto di scaricare semplicemente il file del repository Flatpak per Fedora. Questo è un po 'diverso rispetto ad altre distro poiché Flatpak è preinstallato in Fedora.
Immagine

Puoi semplicemente fare clic sul collegamento per il file repo Flatpak o immettere il comando seguente:
flatpak remote-add --if-non-esiste flathub https: // flathub.org / repo / flathub.flatpakrepo
Se si sceglie di scaricare il file del repository, seguire semplicemente le istruzioni per installarlo. A questo punto, sei pronto per usare il tuo sistema Fedora con Flatpaks dal repository Flathub. Esistono alcuni modi per esaminare il repository Flathub. 

  1. Installa Flatpaks tramite Gnome Software / Discover
    Fedora ha già installato i plug-in necessari, quindi puoi cercare Flatpak nel tuo negozio di software nello stesso modo in cui cerchi qualsiasi altro software. Questo è incredibilmente conveniente per coloro a cui piace già navigare nel software store per le app. Si integra perfettamente e difficilmente sapresti che l'app che hai installato è un Flatpak a meno che tu non stia prestando attenzione alla fonte. 
    Immagine

Questo può essere un po 'goffo a volte dato che si fonde perfettamente. Il software può essere perso in un negozio di software così vasto, specialmente quando Flatpaks è la minoranza di pacchetti. Ma esiste un modo molto semplice per sfogliare solo Flatpak.

  1. Installa Flatpaks da Flathub.org
    Accedendo direttamente al sito Web di Flathub , è possibile sfogliare tutte le app che Flathub ha da offrire. Questo è un ottimo modo per vedere quanto vasto di un catalogo software Flathub ha a tua disposizione. Inoltre, puoi navigare per tipo di applicazione, molto simile a quello che faresti in un negozio di software sul desktop. Se vuoi giochi, strumenti per sviluppatori o applicazioni scientifiche, sono tutti lì sul sito Web di Flathub per permetterti di esaminare a tuo piacimento. 
    Immagine

Una cosa grandiosa del sito Web di Flatpak è che rendono molto semplice l'installazione di qualsiasi app trovi. Puoi fare clic su "Installa" proprio accanto al nome dell'app nella parte superiore della pagina oppure puoi scorrere un po 'verso il basso e trovare il comando del terminale per installarlo. Ad esempio, se volessi installare Vim qui, avrei potuto fare clic su “Installa” in alto o inserire il comando nella pagina.
Immagine

flatpak installa flathub org.vim.Vim
Questo porta all'ultimo modo in cui molti utenti Linux preferiscono cercare Flathub e installare Flatpaks.

  1. Installare Flatpaks dal terminale
    Usare il terminale per installare Flatpaks è uno dei modi più naturali per lavorare, almeno per me e molti altri utenti Linux. Una delle grandi cose di Linux in generale è l'uso della riga di comando per installare software da repository remoti piuttosto che navigare in un sito Web e scaricare un file eseguibile o un'immagine del disco. È un modo potente ed estensibile per installare software sul tuo sistema Linux e Flatpak supporta i comandi del terminale. 
    La sintassi di base è sempre la stessa di cui sopra. Quel comando era:
    flatpak installa flathub org.vim.Vim
    La prima parte, 
    flatpak install flathub
    sarà sempre la stessa a meno che non si installi Flatpaks da un repository diverso da Flathub. Il vero nome di Flatpak è dove le cose diventano confuse. Non sono sicuro di come o perché i nomi di Flatpak siano messi nel formato in cui sono, ma iniziano tutti con un dominio di primo livello, o TLD, per primo. “Com”. e "org". sono all'ordine del giorno. Ecco perché ti consiglio di usare il seguente comando per ottenere prima il nome esatto del tuo Flatpak invece di provare a ricordarlo. 
    < code > ricerca flatpak vim </ code >
    Da lì potrai prendere il nome completo del tuo Flatpak. Per eseguire anche Flatpak dal terminale, è possibile utilizzare il comando seguente:
    flatpak run org.vim.Vim
    In alternativa, puoi trovare l'icona del desktop nel menu delle applicazioni e fare clic su di essa per eseguire l'applicazione. 

Disinstallazione di Flatpaks
Esistono due modi principali per disinstallare Flatpaks sul tuo sistema. A differenza del processo di installazione, non è possibile rimuovere Flatpaks dal sito Web di Flathub. O vai alla pagina dell'applicazione nel tuo centro software e fai clic su "Rimuovi", oppure puoi eseguire il comando seguente, sostituendo qualunque Flatpak desideri rimuovere:
flatpak rimuove org.vim.Vim
Trova il nome completo del Flatpak installato digitando il seguente comando in un terminale.
elenco dei flat pack



Immagine